Results 1 to 4 of 4

Thread: Cloud Computing

  1. #1
    Junior Member
    Join Date
    Jun 2009
    Posts
    54

    Post Cloud Computing

    E' ormai da un bel po' di tempo che non si fa altro che parlare di cloud computing.

    L'idea e' tanto affascinante quanto preoccupante.

    Sicuramente potrebbe rappresentare una bella cosa a livello di compatibilita', velocita' computazionale, velocita' di scambio di informazioni ecc, ma a quale prezzo?

    Gli utenti avranno naturalmente accessi talmente limitati da garantire la resistenza agli attacchi per queste vie (...all'inizio si dice sempre cosi...), ma in questi casi la posta in gioco e' alta, ci troveremmo a lavorare con macchine dislocate chissa' dove e le trasmissioni di dati saranno talmente monitorate da mettere ancor piu' a repentaglio la liberta' di informazione.

    In piu' l'idea di tenere i miei dati fuori casa mi preoccupa non poco e anche il fatto di trasmettere ogni mia azione attraverso molti km di cavi potrebbe non farmi dormire bene la notte (non che internet sia sicuro, anzi... Ma certamente un conto e' trasmettere qualche dato in remoto, un conto e' lavorare integralmente in remoto affidandosi a... boh!). Sicuramente saranno garantiti ottimi metodi di crittografia per mantenere una certa sicurezza dei dati, ma quando si parla di "sicurezza" la parola "certezza" ha sfortunatamente (fortunatamente per chi lavora in questo campo ) sempre portato sfortuna.

    Inoltre, l'industria dell'informatica potrebbe mutare drasticamente!
    Adesso quasi chiunque e' in grado di assemblarsi un computer in casa, quindi le aziende produttrici di hardware cercano di mantenere buoni rapporti tra qualita' e prezzo, ma quando non ci sara' piu' la necessita' di fare questi acquisti? La ricerca sara' esclusivamente improntata su creazione di cluster da velocita' computazionali astronomiche e prezzi gestibili solo da aziende?

    E chi gestira' queste reti di cloud computing? Sarebbe certo una bella idea quella di farle gestire dallo stato e quindi di tenerle "pubbliche", ma e' una speranza utopica...

    Ci sarebbero moltissime altre cose da dire, ho aperto questo thread come "discussione generale" proprio perche', dopo la mia breve introduzione, sarei lieto di sentire i vostri pareri sul cloud computing nella speranza che questa discussione diventi davvero interessante!

  2. #2
    Junior Member Nirvana1289's Avatar
    Join Date
    Oct 2009
    Posts
    57

    Default

    gestirle dallo stato? solitamente Ŕ proprio lo stato a limitare la libertÓ di informazione...

    comunque in generale sono d'accordo con te... il cloud mi lascia sempre perplesso per applicazioni personali, ma devo ammettere che appare una buona soluzione per la divulgazione di informazione, se non fosse per il rischio del controllo della informazione.
    Ora che ho perso la vista, ci vedo di pi¨.

  3. #3
    Junior Member
    Join Date
    Jun 2009
    Posts
    54

    Default

    Eheh piu' che Stato, mi riferisco ad un ente che in teoria dovrebbe essere pubblico, senza scopo di lucro, senza secondi fini, garante della privacy ecc...

    Il cloud computing dovrebbe rappresentare un servizio gratuito visto come "bene pubblico" al quale tutti dovrebbero avere il diritto di accedere, senza che nessuno abbia la possibilita' di approfittarsene.

    Esattamente come dovrebbe essere per internet, che ora mai sta diventanto per molti un bene primario.

    Un po' utopica come idea?

    Sono un po' deluso per il fatto che nessuno oltre Nirvana abbia fatto osservazioni...

  4. #4
    Junior Member Nirvana1289's Avatar
    Join Date
    Oct 2009
    Posts
    57

    Default

    Il problema sta tutto nel fatto di creare un ente UMANO con moltissimo potere in mano... rimane un rischio enorme. Forse Ŕ lo scoglio utopico pi¨ grande
    Ora che ho perso la vista, ci vedo di pi¨.

Posting Permissions

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •